Bitcoin cosa sono e come funzionano guida 2020

Bitcoin cosa sono e come funzionano? Cominciamo con il dire che i Bitcoin sono monete virtuali, criptovalute che nella realta non esistono concretamente non esiste nessun organismo che ne controlla la diffusione. Una moneta elettronica, nata nel 2009 che serve ad acquistare beni e servizi.

I Bitcoin sono la valuta del futuro, almeno secondo alcuni, e la loro quotazione è sempre più oggetto di interesse e speculazione. Ma cosa sono i Bitcoin? Come funzionano?

 

Bitcoin cosa sono?

Il Bitcoin è una criptovaluta creata nel 2009 da Satoshi Nakamoto, cosa significa, il termine criptovaluta? Si compone di due parole: cripto e valuta, vale a dire valuta criptata dietro a un codice, basata sulla crittografia, utilizzata per aumentare la sicurezza delle transazioni. I Bitcoin cosa sono? Monete digitali, ma possono essere considerati come vere e proprie valute reali. Ha oggi sono disponibili sul mercato ben 414, diverse monete digitali ognuna con caratteristiche diversi, di questi alcune centinaia non conosciuti perché di scarso valore di capitalizzazione.

Bitcoin cosa sono e come funzionano?
Bitcoin cosa sono e come funzionano

Come funzionano?

I Bitcoin come funzionano cominciamo dicendo che sono molto apprezzate perchè non sono controllate da banche ne stati, quindi hanno un alto grado di anonimato e sicurezza garantita dalla procedura criptata, sopratutto costi molto bassi per transizioni.  Come tutte le monete digitali essendo di natura virtuale, non emetteno monete fisiche.

Comunque si possono convertire Bitcoin in valuta tradizionale come il dollaro/euro molto facilmente su piattaforme dedicate. Vengono scambiati venduti da un portaglio personale a un altro chiamato wallet è un piccolo database personale archiviabile su computer, smartphone, tablet o sul cloud.

Al momento esistono oltre 2 miliardi di dollari in Bitcoin, la produzione ( mining ) si bloccherà raggiunto il limite massimo di 21 miliardi. I Bitcoin non possono essere contraffatti

Principali caratteristiche

1 Sistema decentralizzato: le criptovalute non rientrano sotto il controllo delle banche o dei stati.

2 Anonimato:alto negli scambi che avvengono tra utenti.

3 Numero limitato: di monete prodotte Bitcoin è di 21 milioni.

5 Solo online: I Bitcoin sono custoditi in portafogli elettronici detti wallet.

La storia del Bitcoin inizia molto tempo fa, con i suoi antenati, piu precisamente nei primi anni 80 quanto, David Chaum inventò il primo algoritmo, che rimane ancora oggi alle basi della criptografica moderna. David Chaum, dopo essersi trasferito nei Paesi Bassi Fondò “DigiCash, insieme ad altri di appassionati di monete digitali. DigiCash, produceva una proprio criptovaluta, veniva venduta a privati usata per scambi e acquisti.

Costretto dalle autorità finanziarie dei Paesi Bassi, a vendere solo a banche ed istituti finanziari, fallì ad inizio anni ‘90. Il problema delle cripvalute di ieri come quelle di oggi e la creazione di una valuta parallela a quella tradizionale, che poteri forti non, vedeva di buon occhio. Negli anni a venire ne sono stati prodotti molte altre criptovalute, ma il problema rimaneva sempre lo stesso.

 

Il primo Bitcoin

Satoshi Nakamoto inventore del Bitcoin voleva riuscire dove altri come visto, avevano fallito, creare una moneta digitale parallela a quella tradizionale, che non sia manipolabile da poteri centrali. Nel 2009 lanciò il Bitcoin, che con un record dietro l’altro nel Dicembre 2017 superò soglia 19 mila dollari.

Il primo blocco,chiamato “Genesis blockè stato creato all’inizio del Gennaio 2009. All’interno della primissima transazione,registrata in questo blocco è stata scritta una notizia relativa ad un fatto riportato il 3 Gennaio 2009,dal Times di Londra. The Times 03/Jan/2009 Chancellor on brink of second bailout for banks”.

Come vero e proprio timestampinge indicazione chiara sul motivo della nascita della prima cripto valuta privata.Il primo blocco rappresenta dunque il cuore della proposta a una soluzione alternativa,un modo per svincolarsi da un sistema, che si è dimostrato fallimentare che ha portato nel baratro un altissimo numero di risparmiatori. La soluzione poteva essere tecnica, radicata nella nuova dimensione del digitale, e basata sulla semplice mutua accettazione collettiva.

Come si crea un Bitcoin

Il mining è la conferma delle transazioni nella Blockchain, soprattutto e l’unico modo per creare nuovi Bitcoin ed emetterli in circolo nella rete. Chi effettua il mining viene chiamato minatore il suo compito e raggruppare le transazioni in blocchi, per ricevere una ricompensa. Per minare, bisogna risolvere complessi calcoli matematici,facendo eseguire alla CPU o alla GPU del computer, un’ attività definita mining, estrazione.

Blockchain-BITCOIN-GRATIS
Bitcoin cosa sono e come funzionano

Questo sistema richiede una grande potenza di calcolo, la difficoltà dell’algoritmo cambia regolarmente, per questo motivo il processo di mining è continuo anche in presenza di potenza di calcolo elevata.

Con la risoluzione di ogni blocco si crea una quantità di Bitcoin che viene immessa nel mercato. Per minare grandi quantità di criptovalute si formano gruppi di minatori,comunemente chiamati pool.

Sono in sostanza gruppi di persone organizzate che grazie a grossi investimenti di denaro, comprano e assemblano un grandissimo numero di ASIC miners per minare le criptovalute, sono le cosiddette bitcoinfarm.

Il guadagno dipende da che tipo di criptovaluta si mina,ma soprattutto quanta potenza di calcolo si mette a disposizione. Molte criptovalute si posso guadagnare. Anche i faucet offrono un servizio di mining con qui si posso guadagnare una percentuale di criptovalute

Cos’è la Blockchain.

Blockchain è un grande libro mastro disponibile a tutti la cui sicurezza e garantite dai nodi della rete su cui è distribuito. Non ché da un uso sapiente delle tecnologie crittografiche.

Dove i dati non sono memorizzati su un solo computer, ma su più server, collegati tra loro attraverso un’applicazione dedicata che permette d’interfacciarsi con la catena. Composta da blocchi di dati che memorizzano transazioni.

Per essere consolidato all’interno di un blocco ogni dato, e successivamente ogni blocco, prima di essere inserito nella “catena”,viene sottoposto a un processo di validazione. Le criptovalute è solo una delle applicazioni della Blockchain.

Quanto vale un Bitcoin

Dare una risposta alla domanda quanto vale un Bitcoin è difficile perchè il valore del può variare molto è in poco tempo, il valore dipende dalla domanda, e offerta presente sul mercato in quel preciso momento. Qui sotto trovi il prezzo Bitcoin in tempo reale

Bitcoin: gli svantaggi

I principali svantaggi dei bitcoin sono legati alla loro giovane età.
Molte attività non accettano i bitcoin, rendendo difficile il loro impiego e, in generale, ostacolandone la diffusione.

Il poco business legato ai bitcoin, inoltre, li rende una valuta ancora estremamente sensibile ai singoli eventi e per questo motivo ancora molto volatile. Esistono anche siti che regalano criptovalute

Infine la poca maturità rende ancora i servizi legati ai bitcoin in via di sviluppo, con la presenza di pochi strumenti, caratteristiche limitate e meno possibilità di quanto offerto ad oggi dalle valute concorrenti.

Il nostro punteggio

Clicca per dare un punteggio!
[Total: 2 Average: 5]